skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@imdconsulting.it
Bilancio Sociale ASD: Le Linee Guida Per La Redazione

Bilancio sociale ASD: le linee guida per la redazione

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale sono state approvate le “Linee guida per la redazione del bilancio sociale degli enti del terzo settore” utili quindi anche per la redazione del bilancio sociale delle ASD.  Il primo aspetto utile da sottolineare è che tali norme entreranno in vigore a partire dal primo bilancio annuale delle ASD successivo all’entrata in vigore delle nuove norme.

Cosa cambia

La redazione e l’approvazione del bilancio di ogni associazione sportiva era già un obbligo esistente prima dell’aggiornamento delle linee guida. Le novità riguardano l’obbligo di condividere sul sito internet istituzionale dell’ASD il bilancio consuntivo dell’associazione, in modo da darne una maggiore diffusione. L’altra novità, per la quale si attendono alcune doverose precisazioni, riguarda l’obbligo di redigere una valutazione dell’impatto sociale generato dalle attività svolte dall’ASD.

Il bilancio delle ASD deve ricevere regolare approvazione tramite verbale da parte dell’organo che nello statuto societario ha questo compito. L’approvazione deve seguire il controllo da parte di chi deve monitorare la conformità del bilancio alle linee guida. Infine il bilancio deve essere depositato presso il Registro delle Imprese o nel Registro Unico del Terzo settore. Bisogna però sottolineare come non esista l’obbligo per le ASD di iscriversi al Registro Unico Nazionale degli Enti del Terzo Settore (Runts), in quanto questa è una scelta di ogni singola associazione. In questi casi ogni associazione sportiva ha la facoltà di decidere quale qualifica acquisire scegliendo di rimanere solo nel Registro del Coni, solo nel Registro Unico del Terzo Settore o, anche, in entrambi (che possono coesistere), come espresso chiaramente dalla Circolare 18 del 01/08/2018 dell’Agenzia delle Entrate.

Principi e contenuti del bilancio sociale delle ASD

Le Linee guida sottolineano alcuni principi che devono essere alla base della redazione del bilancio sociale delle ASD. Questi principi sono: attendibilità, autonomia, chiarezza, comparabilità, competenza dei periodi, completezza, neutralità, rilevanza, trasparenza e verificabilità.

I principi

Ogni rendiconto annuale delle ASD deve essere attendibile, ovvero privo di stime superiori o inferiori alla realtà. Deve rispettare il principio dell’autonomia per il quale, a fronte dell’intervento di altri soggetti alla redazione del bilancio sociale dell’ASD, questi devono essere liberi nel presentare le loro valutazioni. Per quel che riguarda la chiarezza è richiesto l’utilizzo di un linguaggio che sia comprensibile a chiunque anche a chi si trovasse per la prima volta a leggere il bilancio di un’associazione. Il principio della comparabilità richiede che all’interno del bilancio sociale delle ASD siano inseriti dati che permettano con un confronto dei valori sia nel tempo che nello spazio. La competenza dei periodi indica che vanno forniti i documenti e i risultati dell’anno sociale a cui si fa riferimento. Con la completezza si fa riferimento all’obbligo di inserire tutti i soggetti coinvolti e le informazioni utili a comprendere il loro ruolo all’interno dell’ASD. La neutralità richiede che vengano riportate tutte le informazioni, quindi anche quelle critiche e non solamente quelle che restituiscano un’immagine positiva (ma distorta) della realtà. La rilevanza è il principio per il quale in un bilancio devono essere inserite tutte le informazioni necessarie alla valutazione degli elementi presenti nel bilancio stesso. Per trasparenza è da intendersi l’esposizione dei criteri impiegati per la redazione e classificazione dei dati presenti. Infine con la verificabilità si richiede l’inserimento delle fonti di cui ci si è avvalsi per la compilazione del bilancio.

I contenuti

Anche per quel che riguarda i contenuti le Linee guida espongono dei criteri molto chiari per la redazione del bilancio sociale di un’ASD. Nel caso specifico è richiesto che in ogni bilancio siano presenti: i dati anagrafici dell’ASD, le informazioni sulla governance dell’associazione, quale metodo si è utilizzato per la redazione del bilancio, i dettagli sui collaboratori e i volontari che hanno operato presso l’ente cui si fa riferimento, la situazione finanziaria dell’associazione, le attività svolte e quanto fatto in termini di anticorruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca