skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@imdconsulting.it
Detrazioni Fiscali: Ecco Quelle Per Lo Sport

Detrazioni fiscali: ecco quelle per lo sport

Un importante vantaggio fiscale per le famiglie e i genitori che hanno figli a carico è quella di poter detrarre dalle tasse le spese sostenute per lo svolgimento dell’attività sportiva dei propri figli. Questa agevolazione è rivolta a tutti coloro che presentano il 730 precompilato o ordinario o il modello Redditi 2019 (l’ex Unico). Scopriamo come funzionano le detrazioni delle spese sportive per le famiglie italiane.

Quali sono le spese sportive detraibili

Le cosiddette detrazioni fiscali per lo sport praticato dai figli riguardano le spese che riguardano i figli che hanno tra i 5 e i 18 anni di età. Perché le spese per lo sport siano considerabili detraibili, e quindi inseribili nella dichiarazione dei redditi, devono essere svolte all’interno di un’associazione sportiva o di una struttura destinata alla pratica sportiva dilettantistica. Tra queste strutture troviamo le piscine, le palestre e gli impianti organizzati per l’esecuzione di attività sportiva non professionale (sia agonistica che non agonistica). Tali impianti possono anche non avere la forma di un’associazione sportiva e possono essere gestiti sia come società che come impresa individuale. A regolare questo aspetto è il Decreto Ministeriale del 28/03/2007.

I requisiti

La detrazione fiscale per lo sport praticato dai figli a carico ammonta al 19% da calcolare sul massimo di spesa consentito. Tale importo massimo è di 210€ a figlio che abbia un’età compresa tra i 5 anni e i 18 anni. Sono considerati figli a carico sia quelli naturali che quelli adottati, affidati, residenti all’estero, affiliati conviventi e anche fratelli, sorelle e nipoti se conviventi con colui che richiede la detrazione fiscale. Il limite di reddito massimo per il 2019 che il contribuente non deve superare per ottenere lo sconto dell’IRPEF ammonta a 4000€ (quattromila euro) per i figli che hanno un’età non superiore ai ventiquattro anni e di 2840.51€ per quelli più grandi.

La detrazione fiscale riguarda le spese sportive sostenute nel 2018 e va richiesta nella dichiarazione dei redditi del 2019.

Come richiedere la detrazione

Per ottenere lo sconto dell’IRPEF per le spese sportive dei propri figli è necessario presentare una ricevuta fiscalmente valida (bollettino postale o bancario) in cui si attesti il pagamento dell’attività sportiva regolarmente svolta. Contestualmente alla ricevuta va allegata alla dichiarazione dei redditi anche una ricevuta fiscale (o la fattura o la quietanza di pagamento) all’interno della quale siano riportati il nome e i dati fiscali della società sportiva, di colui che ha svolto l’attività sportiva (comprensivo di codice fiscale), la causale del pagamento, il tipo di attività sportiva svolta e l’importo pagato. Su quell’importo verrà calcolato lo sconto dell’IRPEF del 19% sul massimo di 210€ consentito.

Compilazione modello Redditi e 730

La specifica delle spese sostenute, calcolate nel limite di 210€ per ogni figlio a carico che abbia svolto attività sportiva fiscalmente documentabile, va inserite:

  • Nelle sezioni RP8-RP13 per chi utilizza il modello Redditi 2019;
  • Nelle sezioni E8-E10 per chi utilizza il modello 730.

Ogni rigo di ogni sezione va utilizzato per il figlio a carico per cui si hanno spese detraibili per lo sport. Per ogni figlio va inserita la spesa sostenuta e indicato il codice 16.

Chiarimenti e assistenza fiscale

Per qualsiasi approfondimento o chiarimento sulla questione delle detrazioni fiscali per lo sport, oltre a rivolgersi ad un commercialistica professionista, è possibile consultare il documento dell’Agenzia delle EntrateRisposte a quesiti in materia di compilazione del 730/2008 e assistenza fiscale presentati dalla Consulta nazionale dei Caf e ulteriori chiarimenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca