skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@imdconsulting.it
Differenza Tra Consulenza Fiscale E Tributaria

Differenza tra consulenza fiscale e tributaria

Come molto spesso capita in diversi settori il significato di parole e termini diversi viene confuso, limando quelle che sono le specificità di tali locuzioni, generando confusione e non permettendo di comprendere pienamente quello che si intende con l’utilizzo di tale termine rispetto ad un altro. È il caso della consulenza fiscale e della consulenza tributaria, usate spesso come sinonimi ma che in realtà non sono tali.

Oltre ad essere spesso di competenza di figure professionali diverse, come il consulente fiscale e più propriamente il consulente tributario, nonostante spesso tali materie si sovrappongono, è importante definire le differenze tra i due ambiti per capire a chi rivolgersi in caso di necessità.

Che cos’è una consulenza fiscale

Entriamo nel merito della consulenza fiscale e specifichiamo che essa è quel tipo di attività rivolta a persone fisiche, società, enti e imprese con l’obiettivo di fornire assistenza nello svolgimento dei rispetti adempimenti fiscali. Più propriamente si parla di consulenza fiscale alle imprese in caso di operazioni particolari come fusioni (o scissioni), liquidazione, acquisizione o cessione di quote, relazione con gruppi internazionali che operano nel nostro Paese, nel caso di verifiche fiscali, nel settore della cosiddetta fiscalità d’impresa e non ultimo nei casi di contenzioso tributario.

Consulenza fiscale o tributaria

La consulenza tributaria, invece, come indica anche il nome, è rivolta principalmente a tutte quelle dinamiche e pratiche relative alla tassazione sia diretta che indiretta. Nello specifico si parla di consulenza tributaria quando si devono affrontare le annuali dichiarazioni dei redditi (anche in questo caso sia per le persone fisiche che per quelle giuridiche, onlus, società, associazioni non commerciali, eccetera), apertura di una Partita IVA, dichiarazioni e versamenti relativi a TASI e IMU, calcolo e saldo dell’IVA, IRES, IRAP e IRPEF e gestione delle imposte indirette (successione, bollo, eccetera).

Chi può fare una consulenza fiscale

Come abbiamo visto gli ambiti della consulenza fiscale spesso si sovrappongono con quelli della consulenza tributaria ma non è propriamente corretto considerarli la stessa cosa. L’altra grande differenza che intercorrere tra questi due tipi di attività è relativa al tipo di professionista che può eseguirla.

Per richiedere una consulenza fiscale o tributari ci si rivolge o ad un commercialista o ad un tributarista. Anche se spesso in uno studio di commercialisti possono operare entrambi i professionisti, si tratta di due figure diverse, sia come percorso di studi e specializzazione che come tipo di mansioni e abilitazioni che possono svolgere ed espletare.

Il dottore commercialista è un professionista che ha acquisito una laurea magistrale, svolto un tirocinio e ha superato l’Esame di Stato che lo integra all’interno dell’ordine. Viceversa il tributarista può, nei limiti concessi dalla legge, svolgere determinate attività ma non quelle, come specificato dall’articolo 348 del Codice Penale, che sono di competenza esclusiva del commercialista.

Conclusione

Volendo riassumere quanto detto fino a questo punto è bene specificare che la consulenza fiscale è un tipo di attività che va oltre la semplice dichiarazione fiscale, ma è un tipo di assistenza a 360° rivolto a persone fisiche, giuridiche ed imprese nello sviluppo e nella gestione delle proprie attività. Con una consulenza fiscale si riesce ad avere il supporto, qualora si rendesse necessario, anche in caso di contenzioso tributario (in tutti i gradi di giudizio) fornendo un valido strumento a tutti coloro che necessitano di questo tipo di assistenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca