skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@imdconsulting.it
Figli A Carico, Quali Detrazioni Fiscali?

Figli a carico, quali detrazioni fiscali?

La normativa che regola le detrazioni sui figli a carico dal prossimo 1 gennaio 2019 conoscerà delle novità. Vediamo quindi di approfondire l’argomento andando a comprendere quali sono le soglie per ottenere questo bonus per i figli a carico e come richiederlo.

Detrazioni figli a carico: a chi spettano

Le cosiddette detrazioni fiscali dei figli a carico sono delle agevolazioni che lo Stato italiano riconosce ai figli che non percepiscono un reddito e che quindi, non avendo una propria indipendenza, gravano ancora sui propri genitori. I figli sono sia quelli naturali, che quelli affidati, adottati o affiliati, purchè ovviamente siano stati riconosciuti come tali.

A stabilire chi può beneficiare di queste agevolazioni fiscali è l’articolo 12 del TUIR (Testo Unico delle Imposte sui Redditi) che regola anche le detrazioni in base all’età del figlio, l’eventuale presenza di figli con handicap, l’ammontare del reddito del genitore e se il numero dei figli è superiore o minore di 3.

Come funziona

La detrazione viene erogata per ogni figlio che fiscalmente venga considerato a carico dei genitori che hanno un reddito non superiore ai 2840.51€ e non superiori ai 4000€ per i figli fino al ventiquattresimo anno di età. Il figlio risulta a carico anche se si trova all’estero, se sta svolgendo un tirocinio gratuito e a prescindere se viva sotto lo stesso tetto dei suoi genitori. Quando si calcola il reddito va considerato solamente quello IRPEF complessivo, quello che rientra nella tassazione ordinaria.

Figli a carico: fino a che età?

Con la riforma delle detrazioni fiscali per i figli a carico, l’importo di tale agevolazione è così suddiviso:

  • Per ogni figlio a carico con meno di tre anni – l’importo massimo della detrazione è di 1220€;
  • Per ogni figlio a carico dai 3 anni in su – l’importo della detrazione va dagli 950€;
  • Per ogni figlio a carico con disabilità con meno di tre anni – massimo della detrazione è di 1620€:
  • Per ogni figlio a carico con disabilità dai tre anni in su – l’importo massimo della detrazione è di 1350€.

Nel caso in cui i genitori si separino o il matrimonio venga annullato (o sciolto), le detrazioni fiscali per i figli a carico spetta completamente al genitore affidatario. Se l’affidamento è congiunto la detrazione è al 50% tra i due genitori.

Per le cosiddette famiglie numerose, quelle nei quali i figli sono più di tre, è previsto un’ulteriore vantaggio, con un aumento di 200€ della detrazione per ciascuno dei figli. In questo caso l’importo delle detrazioni fiscali è il seguente:

  • Per ogni figlio a carico con meno di tre anni – l’importo massimo della detrazione è di 1420€;
  • Per ogni figlio a carico dai 3 anni in su – l’importo della detrazione va dagli 1150€;
  • Per ogni figlio a carico con disabilità con meno di tre anni – massimo della detrazione è di 1820€:
  • Per ogni figlio a carico con disabilità dai tre anni in su – l’importo massimo della detrazione è di 1550€.

Come richiedere le detrazioni per i figli a carico

La comunicazione per richiedere le detrazioni per i figli a carico deve essere fatta ogni anno, presentando domanda all’Agenzia delle Entrate (oppure ai CAF), che provvederanno poi a determinare l’importo della detrazione in base al modello 730 presentato, valutando i requisiti di ogni singola domanda. Nel caso si verifichino delle variazioni dopo aver presentato la domanda bisogna comunicarle in maniera tempestiva. Per compilare la domanda per ottenere le detrazioni fiscali bisogna indicare anche il codice fiscale dei soggetti per i quali viene fatta la domanda. Nel caso dei figli affidati, invece, è possibile omettere il codice fiscale indicando solamente il numero complessivo di quanti sono.

Le detrazioni avvengono in forma di riduzione delle tasse che ogni lavoratore dipendente o pensionato deve pagare mensilmente e visualizza nella propria busta paga (o nel cedolino INPS). Le detrazioni vengono quindi riconosciute ed erogate tramite lo stipendio mensile per poi essere controllate e verificate una volta che è stata presentata la dichiarazione dei redditi tramite modello 730.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca