skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@imdconsulting.it
I Requisiti Per Costituire Un’associazione Sportiva

I requisiti per costituire un’associazione sportiva

Proseguiamo il nostro viaggio di approfondimento e conoscenza del settore delle realtà sportive dilettantistiche (ASD e SSD) andando questa volta a concentrare la nostra attenzione su come costituire un’associazione associazione sportiva. Quali sono le procedure, i requisiti necessari, gli adempimenti da svolgere e tutti gli obblighi contabili cui tali realtà sono sottoposte.

Associazione riconosciuta

Prima di passare ad analizzare gli step necessari per costituire un’associazione sportiva, è doveroso parlare della differenza tra associazione sportiva riconosciuta e associazione sportiva non riconosciuta. L’ago della bilancia è la personalità giuridica dell’associazione sportiva, che può essere riconosciuta o meno dallo Stato. Nel caso in cui sia ottenuto tale riconoscimento (associazione riconosciuta), l’autonomia patrimoniale dell’associazione è perfetta, quindi in caso di rivalse di qualsiasi tipo a rispondere è sempre, solo e soltanto il patrimonio dell’associazione e mai quello dei singoli soci o degli amministratori. Viceversa, nel caso delle associazioni non riconosciute non sussiste la distinzione tra patrimonio personale e patrimonio dell’associazione.

Va inoltre specificato come nel caso delle associazioni sportive riconosciute si acquisiscono anche dei vantaggi di tipo legale, quali la possibilità di ricevere donazioni e di acquisire immobili. Per costituire un’associazione sportiva riconosciuta è necessario stanziare e vincolare un capitale che rimarrà a garanzia dell’eventuale solvibilità dell’associazione.

Il CONI

Un’associazione sportiva dilettantistica per essere tale e beneficiare delle agevolazioni fiscali previste per questo tipo di enti, deve essere iscritta al Regolamento dal CONI. La registrazione dell’associazione nell’Albo del CONI è la garanzia che quell’ente disponga dei requisiti necessari perché l’associazione svolga attività sportive di tipo dilettantistico.

L’atto costitutivo e lo statuto

Quando dei soci decidono di costituire un’associazione sportiva devono, tra le altre cose, condividere le finalità da perseguire tramite quell’associazione. Fondamentalmente lo scopo deve essere quello di promuovere l’attività sportiva in maniera dilettantistica e non professionale. Al momento della redazione dell’atto costitutivo e dello statuto vanno indicati il nome dell’associazione, la presenza di eventuali dotazioni patrimoniali o beni utili al perseguimento dello scopo, requisiti morali, regole di amministrazione (utili anche per la gestione del rendiconto annuale), il ruolo del presidente e gli obblighi degli iscritti e dei soci.

In questi casi è sempre preferibile farsi seguire e consigliare da dei professionisti, anche nel caso di associazioni non riconosciute, per le quali non è formalmente necessaria la redazione di un atto notarile.

Successivamente si invia la documentazione all’Agenzia delle Entrate (per via telematica o presso le sedi presenti sul territorio nazionale) e si ottiene il codice fiscale dell’associazione o la partita IVA (nel caso di attività commerciale).

Come creare un’associazione: gli obblighi

Al momento della redazione dello statuto devono essere previsti determinati obblighi, pena l’assenza dei requisiti per costituire un’associazione sportiva di tipo dilettantistico e il rifiuto dell’iscrizione alla Federazione Sportiva di appartenenza.

Tra questi obblighi ricordiamo che il termine “dilettantistica” deve comparire nella denominazione sociale dell’associazione, deve essere rispettato il cosiddetto principio di democrazia interna, non devono esserci fini di lucro (e relativa distribuzione di utili tra i soci) e il divieto per gli amministratori di svolgere cariche sociali anche in altre associazioni della stessa disciplina sportiva. Inoltre l’associazione sportiva dilettantistica deve prevedere attività didattiche e di aggiornamento e la devoluzione del patrimonio, in caso di scioglimento, ai fini sportivi.

I corsi proposti dall’associazione sportiva dovranno essere rivolti ad atleti dilettanti e ad amatori e potranno essere previste attività sia dirette all’apprendimento e allo svolgimento dell’attività sportiva principale (basket, calcio, box, danza, eccetera), sia connesse, come la palestra, la preparazione atletica, eccetera.

La procedura per costituire un’associazione sportiva non è troppo complessa, ma si consiglia di analizzare sempre attentamente tutti gli aspetti presenti e scegliere quelli più utili per la propria tutela e quella degli altri soci fondatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca