skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@imdconsulting.it
La Gestione Del Conto Corrente Di Un’ASD

La gestione del conto corrente di un’ASD

Quando si procede con la costituzione e l’apertura di un’Associazione Sportiva Dilettantistica (ASD) bisogna essere perfettamente consapevoli di quelli che sono gli obblighi fiscali e contabili cui adempiere durante tutta la gestione della stessa. La gestione del denaro è una di quelle più delicate e che richiede maggiore dimestichezza. Per questo motivo parliamo del conto corrente di un’ASD, di come aprirlo, come gestirlo e, ancora, come effettuare ogni singola operazione.

Apertura di un nuovo conto

Chi costituisce una nuova associazione sportiva deve necessariamente aprire un nuovo conto corrente. Questo può essere aperto sia presso una banca che alla posta. Per aprire il conto corrente dell’ASD è fondamentale che l’associazione sportiva sia regolarmente registrata all’interno dei sistemi dell’Agenzia delle Entrate. Per completare la registrazione all’Agenzia delle Entrate il responsabile dell’ASD deve presentare l’atto costitutivo e lo statuto dell’associazione sportiva. Questi documenti vanno depositati e permettono di ottenere il codice fiscale dell’ASD. Con il codice fiscale e tutta la documentazione di registrazione, il presidente dell’ASD deve recarsi presso l’istituto di credito e regolarizzare l’apertura del conto corrente.

Casi particolari

Esistono situazioni specifiche in cui la procedura appena descritta ha delle deroghe o particolarità che è bene conoscere. Nel caso, ad esempio, della costituzione di una onlus o di un’associazione di volontario, le imposte per l’apertura del nuovo conto corrente sono diverse rispetto a quelle di altro tipo di associazioni.

Capita sovente che alcuni istituti di credito siano poco favorevoli a concedere l’apertura di un nuovo conto corrente per un’ASD presso la propria agenzia. Può capitare anche che tra i documenti richiesti per l’apertura del conto ci sia anche il verbale del Consiglio Direttivo nel quale è indicato chiaramente il nome del presidente dell’ASD. L’istituto di credito riconoscerò solamente costui come persona incaricato allo svolgimento di tutte le operazioni di gestione del conto corrente. In tutti i casi è sempre preferibile prima rivolgersi all’istituto di credito, chiedere la disponibilità e i documenti necessari e poi provvedere a ottenerli per ottimizzare i tempi di apertura del conto.

La gestione e la tracciabilità

Per quel che riguarda la gestione del conto corrente dell’ASD è fondamentale che tutte le operazioni svolte, in entrata e in uscita, siano tracciabili e accompagnate da debita ricevuta. Questo è importante non solamente in quanto costituisce un obbligo di legge da ottemperare e dimostrare in caso di accertamento, ma anche per migliorare la gestione stessa dell’ASD.

È infatti prezioso tenere traccia di tutte le operazioni in quanto in questo modo si riesce a ottenere un quadro completo dell’ASD e riuscire anche a prevedere l’andamento futuro della stessa. Chi si occupa della gestione del conto corrente dell’ASD deve provvedere a emettere le ricevute, calcolare le ritenute d’acconto, gestire i contratti degli istruttori sportivi e quelli relativi all’inquadramento dei volontari, redigere bilanci e analisi dei costi.

Previsioni di spesa e bilanci

Con tutti questi dati si riesce anche a redigere i bilanci dell’associazione e a fare previsioni di spesa per un determinato periodo di tempo. Esistono software e applicativi online che aiutano a gestire il conto corrente dell’ASD per evitare di rimanere scoperti e dover affrontare momenti critici senza le dovute competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca