skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@imdconsulting.it
La Redazione Del Rendiconto Annuale Delle Associazioni Sportive

La redazione del rendiconto annuale delle associazioni sportive

Dopo che abbiamo affrontato l’argomento relativo agli obblighi contabili delle associazioni e delle società sportive, vogliamo canalizzare la nostra attenzione sul cosiddetto rendiconto annuale. Di cosa si tratta? Quali sono le peculiarità previste dalla legge per le associazioni sportive? Proviamo a fare chiarezza.

Cos’è il rendiconto annuale

Il rendiconto annuale, come lascia intendere il nome stesso, è quel documento dove sono raccolte in maniera precisa e ordinata tutte le informazioni relative alle entrate e alle uscite inerenti la vita associativa nell’anno cui si fa riferimento. Solitamente il rendiconto annuale deve essere anche accompagnato da una relazione che spieghi e giustifichi quanto accaduto dal punto di vista fiscale e finanziario di quella specifica società. Tali documenti (il rendiconto e la relazione) devono essere presentati e sottoposti annualmente all’assemblea dei soci.

Il rendiconto economico finanziario deve essere redatto per qualsiasi associazione, a prescindere dal numero dei soci e dalla sua grandezza. In esso, come detto, devono essere riportate tutte le informazioni reali relative all’anno sociale (chiuso il 31 di agosto o il 31 di dicembre). Oltre a registrare le entrate e le uscite bisogna anche riportare le variazioni che sono intervenute sul conto della società, sia quelle positive che quelle negative.

La situazione per le società sportive

Non esistono vincoli specifici nella redazione e compilazione del rendiconto annuale; ciò che è innanzitutto importante ricordare è che esso deve essere il più dettagliato possibile. Questo implica che bisogna distinguere, ad esempio, tra l’attività commerciale e quella istituzione dell’associazione sportiva. Una volta preparato, il rendiconto deve essere sottoposto allaverifica e all’approvazione dell’assemblea dei soci.

Il Direttivo e l’Assemblea dei soci

In sede di convocazione dell’assemblea dei soci per l’approvazione del rendiconto annuale, è consigliabile anche procedere alla verifica di quei soci che non hanno regolarizzato il pagamento della loro quota di affiliazione. Essi, infatti, non hanno il diritto di partecipare all’assemblea dei soci e il loro allontanamento può essere regolarizzato prima di procedere all’approvazione del rendiconto.

Tutta l’attività delle società e delle associazioni sportive risponde alle norme presenti nello Statuto. In esso deve essere indicata anche la data entro quanto deve essere convocata l’assemblea dei soci per l’approvazione del rendiconto finanziario. Solitamente è prevista la convocazione dell’assemblea entro i 4 mesi successivi alla chiusura dell’esercizio annuale, salvo diverse indicazioni. Qualora lo Statuto non preveda norme specifiche in tal senso, il direttivo può mantenere la consuetudine dei quattro mesi.

Durante la riunione dell’assemblea dei soci il Presidente dell’associazione (o qualcuno da lui delegato) illustra quanto ripotato nel rendiconto finanziario. È buona norma sviluppare anche un confronto con quanto effettuato l’anno precedente, in modo da permettere una comparazione e capire eventuali trend finanziari ed economici dell’associazione stessa. Contestualmente si procederà alla presentazione di una cosiddetta relazione morale, ovvero una sorta di prospetto e di intenzioni per l’anno sociale appena iniziato.

Al termine della presentazione e illustrazione del rendiconto, l’assemblea dei soci procede con la votazione dello stesso, tramite la procedura prevista all’interno dello statuto (scrutinio segreto, alzata di mano o altro).

Dello svolgimento e dell’esito dell’assemblea dei soci andrà prodotto un verbale, anch’esso esaustivo e completo di ogni intervento, di quanto discusso, dei dati della convocazione (e dei presenti) e di ogni altro elemento utile al fine di riferire quanto si è prodotto nel corso dell’assemblea stessa.

Al verbale deve essere allegata la Convocazione dell’Assemblea, ovvero il documento che ogni socio dovrà firmare (anche i soci minorenni tramite chi esercita la patria potestà), pena la nullità dell’approvazione del rendiconto annuale e, in caso di verifiche, anche la violazione delle relative norme tributarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca