skip to Main Content
Circ.ne Clodia, 88 - 00195 Roma (RM) +39 06 39722933 info@imdconsulting.it
Scontrino Elettronico: Cosa Cambia Per Cittadini E Negozi

Scontrino elettronico: cosa cambia per cittadini e negozi

Dopo l’introduzione dell’obbligo della fattura elettronica, i commercianti (e i clienti) italiani dovranno adeguarsi a un’altra novità: il cosiddetto scontrino elettronico. Una novità che da luglio scorso ha iniziato a essere operativa per i negozi che hanno ricavi superiori ai 400000€ e che dal prossimo anno (1 gennaio 2020) diverrà obbligatorio per tutti gli artigiani e le attività commerciali. Vediamo quindi di cosa si tratta e cosa cambierà, sia per i negozianti che per i cittadini.

Che cos’è lo scontrino elettronico

In maniera molto semplice lo scontrino elettronico è la versione digitale del tradizionale scontrino fiscale cartaceo.  Così come avvenuto per la digitalizzazione delle fatture, anche con lo scontrino si intraprende il percorso di eliminazione del supporto cartaceo e dell’invio dei dati all’Agenzia delle Entrate, che avrà così la possibilità di monitorare il flusso fiscale di ogni attività commerciale.

Come funziona lo scontrino elettronico

Per i commercianti la prima novità è quella dell’obbligo di acquisto o adeguamento del proprio registratore di cassa. Anche sfruttando una serie di incentivi iniziali, ogni negozio, dovrà dotarsi di questo nuovo strumento. Apparentemente cambia poco nella redazione dello scontrino, quello che cambia è il risultato finale. Non più uno scontrino valido solo ai fini fiscali, ma un vero e proprio documento che varrà anche come prova di pagamento, garanzia sul prodotto acquistato, eccetera.

Appena lo scontrino fiscale elettronico viene emesso, i corrispettivi e i dati dell’operazione vengono automaticamente inviati all’Agenzia delle Entrate e sono consultabili da ogni contribuente attraverso l’accesso all’area riservata sul proprio cassetto fiscale telematico.

Il pagamento con i buoni pasto

Una situazione particolare riguarda la gestione dei corrispettivi per quelle operazioni che prevedono il pagamento tramite i cosiddetti ticket restaurant. Il timore, infatti, era quello di computare due volte l’importo di questi buoni pasto, sia quando vengono accettati come pagamento (e quindi inseriti nei corrispettivi giornalieri) che quando fatturati nei confronti della società che li ha emessi. In materia si è pronunciata l’Agenzia delle Entrate che, con la Risposta 394, ha chiarito come: “ dalle specifiche tecniche emerge come, similmente a quanto accade per i corrispettivi non riscossi, anche gli importi dei tickets restaurant sono compresi nell’importo complessivo dei corrispettivi trasmessi telematicamente all’Agenzia delle entrate, nonostante gli stessi debbano poi essere fatturati alla società emittente.” Inoltre, per evitare disallineamenti tra i corrispettivi trasmessi e l’imposta liquidata, è bene ricordare come i pagamenti ricevuti tramite ticket restaurant devono essere indicati nel campo “Pagamento non riscosso” e, contemporaneamente, risultare nel campo “Importo pagato”. In questo modo si evita il rischio di duplicazione dei corrispettivi e dell’IVA.

Leggere uno scontrino digitale

Lo scontrino elettronico che viene emesso dall’apposito registratore di cassa deve contenere alcuni dati e informazioni precise e può anche essere stampato, come un normale scontrino fiscale. L’eventuale stampa deve avvenire su un supporto cartaceo che possa garantire la leggibilità delle informazioni in esso contenute. Il commerciante, previo accordo con il cliente, può inviare lo scontrino elettronico in formato digitale, evitando quindi la stampa cartacea.

In ogni scontrino elettronico devono essere riportati: la ragione sociale, la partita IVA e i dati di ubicazione della ditta che emette il documento, la data e l’orario in cui è stato emesso, il numero progressivo, i beni venduti o i servizi offerti al cliente e, nel caso ne fosse in possesso, codice fiscale o partita IVA dell’acquirente.

Chi è esentato dall’obbligo dello scontrino elettronico

Sono diverse le categorie che, almeno per il momento, sono esentate dall’obbligo di emissione dello scontrino elettronico. Tra queste troviamo:

  • punti vendita che forniscono beni dei Monopoli di Stato;
  • giornalai;
  • attività itineranti;
  • produttori agricoli;
  • benzinai (per forniture a privati);
  • notai.

Sono inoltre esclusi tutti coloro che già attualmente non rientrano nell’obbligo della certificazione dei corrispettivi e che pertanto non sono coinvolti nel passaggio allo scontrino elettronico.

Le sanzioni

Superati i primi mesi di adeguamento, nei quali sarà considerata una certa tolleranza per permettere alle attività commerciali di mettersi in regola e abituarsi al nuovo sistema, sono previste pesanti sanzioni per coloro che non emettono lo scontrino elettronico. Tali sanzioni possono arrivare al pagamento di tutta l’imposta relativa e, nel caso in cui non si trattasse di un caso isolato, anche alla sospensione dell’attività.

Le novità per ASD e SSD

Tramite la circolare 18E/2018 (di cui è possibile leggere il commento elaborato dalla Commissione fiscale del CONI) l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che anche le società sportive (ASD e SSD in regime agevolato) hanno l’obbligo di comunicare i corrispettivi in via telematica. Tale obbligo si configura solamente per le attività commerciali non connesse, come quelle di ristorazione, vendita di prodotto non legati all’attività sportiva vera e propria, quelle sportive non riconosciute dal CONI e attività di idromassaggio e bagno turco . inoltre l’obbligo di adeguamento allo comunicazione telematica dei corrispettivi varrà anche per tutte quelle realtà che non potranno accedere al regime forfettario, come stabilito dal nuovo codice che regolamenta il Terzo Settore. Anche in questo caso è prevista una moratoria della durata di sei mesi, superata la quale i controlli saranno intrapresi regolarmente e si provvederà, nel caso di anomalie e irregolarità, a comminare le dovute sanzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca